Elezioni

Elezioni

Dopo le elezioni

Alcuni interessanti spunti sui risultati elettorali veneziani

Luca Colferai

Le elezioni amministrative si sono concluse con la vittoria totale della giunta uscente, che è uscita riconfermata negli uomini (quasi completamente), nelle direttive (inesistenti), nello spirito (esacerbato). Ma questo non è l’unico risultato delle urne. Ve ne sono molti altri, da analizzare con un po’ di attenzione.

Elezioni

Baretta: «Resto qui: insieme opposizione rigorosa e costruttiva»

Riunione della coalizione dopo la sconfitta; un impegno per il futuro

«Comincia male il Sindaco. Le frasi rivolte ai cittadini di Venezia sono offensive e l’attacco a chi ha sostenuto la mia candidatura è sbagliato e sopra le righe. Lo invito a cambiare tono. Nessuno, peraltro, si intimidisce. Non è alzando la voce che si affrontano le questioni e si risolvono i problemi o si avvia l’annunciato dialogo». Così Pier Paolo Baretta, dopo la riunione di coalizione all’indomani dei risultati per un’analisi del voto e per definire e condividere la linea strategica e i prossimi passi di chi lo ha sostenuto nella candidatura.

Elezioni

La fuffa del fare

Svelato l’inganno mentale dei facitori

Luca Colferai

Trent’anni fa, quando non a torto era molto di moda l’idea che i politici fossero degli inani parolai, avvampò la smania del nuovo: dell’uomo che fa (singolare) al posto degli uomini che parlano (plurale). Un abbaglio ancora potente che attira milioni di elettori in buona fede. E che viene inevitabilmente ancora propalato dalla giunta uscente veneziana. Sveliamo il trucco dietro la magia del fare.

Elezioni

Tre valide ragioni per dire no

Al referendum sul taglio dei parlamentari

Luca Colferai

Ci sono tre buone ragioni politiche, una giustificazione e una considerazione per votare no al referendum costituzionale indetto per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale per la riduzione del numero dei parlamentari. Il taglio previsto è di più di terzo dei membri di entrambe camere: da 630 a 400 i deputati, da 315 a 200 senatori. Si vota il 20 e 21 settembre a causa della pandemia (era previsto per fine marzo).

Elezioni

La sindrome del capo

Alcuni validi motivi per non credere all’uomo forte

Luca Colferai

Negli ultimi anni i populisti di tutto il mondo, sostenuti dagli spacciatori di falsità che gestiscono e si arricchiscono con le reti sociali, hanno pompato la validità della teoria dell’uomo solo al comando, del capo indiscusso e indiscutibile che conduce il proprio popolo verso un futuro radioso di ricchezza, potere, supremazia. È incredibilmente, anche la teoria che giustifica (per i suoi) la rielezione del sindaco uscente di Venezia.

Elezioni

Almeno per una volta la città sia compatta

Un appello a tutte le forze politiche veneziane

Ugo Bergamo

La notizia di queste ore che il presidente del Friuli, il leghista Fedriga , si è dichiarato pronto a fare di Trieste la base della crocieristica in alternativa a Venezia impone alcune considerazioni e un appello a tutte le forze politiche veneziane.

Elezioni

Meglio una torta da soli

L’offerta al ribasso, economica e politica, è una sciagura per Venezia

Luca Colferai

Gli statunitensi, che sono grandi creatori di proverbi, fortunatamente non di origine toscana o contadina, hanno un adagio perfetto quando mutato per la situazione presente della società veneziana. Per la sua volgarità, è messo in fondo al presente articolo. Però se andate subito a leggerlo, non capite perché: quindi vi tocca leggere tutto l’articolo. In ogni caso.

Elezioni

Venezia purtroppo non è la città ideale che Brugnaro descrive nel suo giornale-spot

Grandi e tanti erano i problemi di Venezia non risolti prima della pandemia, ancor più grandi lo sono oggi

Ugo Bergamo

Sta giungendo in queste ore nelle case dei veneziani un giornale del sindaco Brugnaro in cui, per invitarli a riconfermarlo alla guida di Venezia, viene rappresentata una città che, grazie alla sua opera nei cinque anni appena trascorsi, sarebbe quanto di meglio si possa immaginare e che sarebbe un vera miopia se non addirittura una colpa non riaffidare alla sua guida per consentirgli di completare quell’azione di rilancio che, da condottiero decisionista sicuro di sé e con la ricetta sempre pronta per qualsiasi problema, pensa di essere solo lui in grado di garantire, senza il bisogno di c

Elezioni

Un coordinamento contro la noia

Giovani (ma non solo) a Venezia: oltre lo spritz

Zanzorzi Zancopè

Come impiegano il loro tempo libero i ragazzi nella nostra città? L’offerta rappresentata da attività e luoghi culturali e di ritrovo per preadolescenti e adolescenti studenti universitari, ma anche giovani professionisti è sufficientemente varia e presente?