La Croce Mistica

La Croce Mistica

La lettura della mano di Rina

a cura di Enzo Bordin
Qua La Mano - Lettura gratuita della mano via web! Rina, ottobre 2015.

Cara Rina,

la mia «firma d'autore» sulla tua mano sinistra richiede uno sforzo non indifferente, vista la complessità nel dover formulare un tracciato chirologico a distanza, quando invece sarebbe opportuna una valutazione più attenta e approfondita. Perché, diciamolo subito, il tuo arto mancino da sinistrorsa declina potenzialità intellettive, creative, pulsionali e operative che però non riescono a trovare uno sbocco comune andando ognuna per la propria strada. Come tante monadi (per dirla col grande filosofo Leibniz) incomunicabili, «senza porte e senza finestre».

Tale dicotomia appare evidente confrontando il fascino estetico delle tue dita, lunghe e dal tratto elegante, con un ampio palmo a forma rettangolare graffiato da croci di varia natura, griglie e sfilacciamenti tipici di una persona che non riesce a trovare una stabilità emotiva dovendo reggere il peso su troppi fronti, sia professionale che sentimentale.

Morale della favola: lo stress sta dietro l'angolo, è un nemico invisibile che incombe come uno spettro dal momento che stai dando di più di quanto il tuo fisico è attualmente in grado di reggere. Dovresti fermarti e riflettere, privilegiando la qualità sulla quantità, non solo sul lavoro ma anche nell'ambito dei rapporti interpersonali. Spara bene le tue cartucce, senza sprecarle centrando le foglie.

Cerchiamo di capirne di più sul carattere variegato che ti ritrovi esaminando le dita della mano mancina, nel tuo caso più usata rispetto alla destra.

Va spiegato che il temperamento viene dettato dall'emisfero cerebrale dominante. Quello sinistro (preposto al controllo della mano destra e di tipo speculativo) controlla ragione, calcolo, scienza, affari, matematica e linguaggio, mentre quello destro (collegato alla mano sinistra) controlla memoria, spazio, creatività, immaginazione, musica ed arte.

Per capire quale del tuo emisfero risulta prevalente rispetto all'altro, devi confrontare il palmo sinistro con quello destro: se quest'ultimo è più largo, predomina in te il lato razionale e logico, altrimenti in te prevarrà l'aspetto creativo, come ritengo probabile.

C'è però un altro modo per capire chi la fa da padrone in casa tua: unisci di slancio le mani con le dita intrecciate: se sovrapponi il pollice sinistro al destro, significa che la tua mano mancina ha il dominio sulla destra e che sei creativa. Viceversa ordine e calcolo la faranno da padroni nell'arco della tua esistenza.

Anche se penso che tu non possieda la forma mentis della contabile, per emettere un verdetto definitivo in tal senso bisogna prendere in esame entrambe le mani. Esse devono integrarsi a vicenda nell'analisi, al di là del fatto che il consultante o la consultante risultino destri o mancini.

Secondo tradizione, la mano più usata (nel tuo caso la sinistra) è quella oggettiva, chiamata ad esternare in concreto le potenzialità riposte in ognuno di noi, mentre l'altra (detta anche soggettiva) evidenzia le motivazioni inconsce, la cilindrata del nostro motore al di là dei risultati in concreto ottenuti.

Dal tuo pollice imperioso, proiettato verso l'alto, emergono orgoglio, amor proprio e traguardi ambiziosi; dall'indice spunta il lato grintoso e combattivo del tuo carattere, mentre dal medio (regolato da Saturno) emerge il rigore, la serietà e l'impegno che ci metti sul lavoro.

Fin qui niente di strano. Così come va sottolineata la fierezza estetica del dito di Apollo (anulare) deputato all'arte, all'armonia e al ritmo. E tu senti l'arte a tutto tondo. Ti vedo bene in una professione dove l'estro creativo risulta la carta vincente.

Eppure a dominare la tua mano sinistra è il mignolo, staccato quel tanto che basta dall'anulare per renderlo indipendente e sicuro. Del dio Mercurio possiedi ottima parlantina e l'eloquenza tipica d chi riesce a trovare la parola giusta per ogni occasione. Il tutto con eleganza e «savoir faire».

Sulle dita, tanto di cappello. In quanto correlate alla parte istintiva della personalità, rivelano come elabori i pensieri e cerchi di metterli in atto. Gli spunti teorici che escono dalla mente appaiono suggestivi e raffinati al pari delle tue dita ammagliatrici. Ma non sempre si realizzano, come i sogni.

Se nell'ambito della professione sei riuscita con l'esperienza a trovare una certa concretezza operativa, in amore questa tua vulnerabilità emotiva hai finito per imboccare un percorso sentimentale magari esaustivo per altre donne ma non per te, soggetta a continui cambi di passo e quindi poco incline a sopportare a lungo storie routinarie dove tutto appare scontato e deciso. I continui cambi di passo fanno parte del tuo bagaglio istintivo e non sono capricci. Oggi puoi esprimere un desiderio ma già domani potresti averne un altro in assoluta buona fede. Bisogna pertanto saperti accettare in toto e non già per segmenti caratteriali. Sei fatta così: prendere o lasciare.

Ma le sorprese non finiscono qui. Le griglie sotto il monte di Giove significano che coltivi troppi interessi, con il rischio di non portarne a termine nessuno. La linea della Testa, lunga e rettilinea, nasce assieme alla linea della Vita arrivando fin quasi alla percussione. Ne deriva che possiedi un'intelligenza acuta e creativa in grado di capire ciò che potresti e dovresti fare. Eppure c'è sempre qualcosa di nuovo all'orizzonte, qualcosa che ti distrae allontanandoti dalla meta.

Nel corso della tua esistenza potresti cambiare molti lavori, andare all'estero per motivi anche di studio e fare nuove esperienze.

La linea dell'Intuizione, il cosiddetto sesto senso, ti ha già salvato la situazioni incresciose. Le croci che costellano il tuo palmo pieno, coi suoi labirinti di segni, potrebbero implicare interferenze per questioni di denaro.

Infine una sorpresa molto positiva che finirà per stupirti: nello spazio che corre tra le linee della Testa e del Cuore è impressa la Croce Mistica, sigillo divinatorio per antonomasia. Possiedi facoltà sensitive e chiromantiche. Attraverso la lettura delle mani altrui potresti meglio scoprire te stessa.

Ottobre, 2015