Glass in Venice

Premio
Glass in Venice

Istituito dai Musei Civici
e dall'Istituto Veneto
di Scienze Lettere ed Arti

Un Premio nomato Glass in Venice — ad majorem glass gloriam — in concomitanza con una iniziativa etico-propagandistica del Consorzio Promovetro Murano anti vetrosità cinese commercializzata a poco prezzo, e a conclusione (il 25 novembre) della Glasstress 2012 impresa espositiva compiuta dall’imprenditore vetrario muranese Adriano Berengo.

Fornace di Murano dal libro: The Story of Glass di Sara Ware Bassett, 1917 (www.gutenberg.org)

VENEZIA ((e.r.r.) — È stato concepito e organizzato ad majorem glass gloriam un premio nomato Glass in Venice, costituito da targhe memoriali. Sarà assegnato annualmente da una giuria d’intenditori, padrinato dalla Fondazione Musei Civici convenzionata con l’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti che ospiterà la cerimonia della premiazione nel Palazzo Cavalli Franchetti  di Campo Santo Stefano. Come è accaduto giovedì 22 novembre 2012, protagonisti (nel ruolo di premiati) il maestro vetraio muranese Pino Signoretto virtuoso modellatore di opere vetrose zoomorfe e lo scultore svedese Bertil Vallien creatore di opere vetrose con inclusioni materiche aliene. Il vetro decorativo artisticato manu propria a Murano da un maestro vetraio artigiano è stato, così, premiato a pari merito col vetro artistico polimaterico di un creativo, realizzate in Svezia altera manu Kosta Boda.

La convenzione tra le due Fondazioni prevede la programmazione di un insieme di iniziative che valorizzino il patrimonio dell’arte vetraria a livello internazionale, sviluppando relazioni con tutti i diversi interlocutori operanti nel settore e promuovendo importanti mostre specifiche. Contemporaneamente alla creazione e attivazione di un sito internet aggiornato e interagente, i cui contenuti saranno valutati da un comitato scientifico composto da Rosa Barovier Mentasti, Sandro Pezzoli, Chiara Squarcina, Lino Tagliapietra, Cristina Tonini e Marco Verità. Lo stesso comitato valuterà, eventualmente, anche il tasso di artisticità delle opere vetrose che saranno selezionate per le esposizioni insediate nel Palazzo Cavalli Franchetti locato ad hoc (tipo Glasstress), perché non assumano connotati fieristici. ★

Novembre, 2012