Assolutamente allergica alla ripetitività

Assolutamente allergica
alla ripetitività

La lettura della mano di Serena

Qua La Mano - Lettura gratuita della mano via web! Serena, settembre 2014.

Ti chiami Serena ma non sei del tutto serena. Dall'insieme della tua mano si percepisce il tipico malessere esistenziale di chi non è finora riuscito ad esprimere appieno le proprie potenzialità per una serie di ragioni che non spetta a noi discutere.

Dalla forma arcuata del pollice, il dito più importante in quanto riassume le caratteristiche delle altre dita, emergono tre caratteristiche essenziali: orgoglio, caparbietà e tendenza a battersi per le grandi cause, sia di carattere sociale che etico.

La forma ad arco della falange unghiata che riflette tua immagine speculare appare rivelatrice di un narcisismo che va al di là della fisicità per tramutarsi piuttosto in amor proprio, in una scala di valori meno effimera.

Però la mano sinistra, detta anche mano soggettiva, mette in risalto solo i tuoi valori potenziali, mentre la destra (quella oggettiva) esprime ciò che hai saputo fin qui realizzare.

Morale della favola: c'è un netto distacco tra ciò che avresti potuto ottenere e ciò che hai invece prodotto.

La differenza non consiste tanto sulla quantità quanto sulla qualità. Di cose ne hai fatte tante, ma poche in grado di accendere cuore e cervello. Poiché sei una donna focosa in amore devi alimentarti di passioni ardenti e sul lavoro di sempre nuovi entusiasmi, ogni situazione che rientra nella routine finisce per tarparti le ali, per deprimerti.

Naturalmente possiedi altre caratteristiche che in qualche modo vanno a bilanciare questa tuo tedio esistenziale. Le dita distanti l'una dall'altra indicano anzitutto che sei una donna socievole, estroversa, di buona parola e quindi accattivante.

Tale indole, senz'altro positiva, mitiga un altro aspetto del tuo carattere deducibile dalla struttura di un dito indice piuttosto rapace, disegnato in modo tale da risultare incline al comando. Però nella pratica non comandi, in quanto priva del necessario cinismo. Ne esce il compromesso onorevole del «vivi e lascia vivere».

Nel medio (o dito di Saturno) emerge in modo netto la tua attrazione nei confronti dell'arcano, dell'esoterico e di quanto si colora di mistero. Hai pure una buona percezione sensoriale che ti porta a captare determinate situazioni ed eventi fuori dalla norma. S'intravvede inoltre un'ipersensibilità piuttosto rimarchevole accompagnata da un'emotività altrettanto intensa.

Queste ultime caratteristiche ti rendono particolarmente idonea a recepire in chiave estetica l'armonia dei colori e delle forme e a introiettare il senso dell'arte in tutte le sue forme espressive. Questa fonte ispiratrice appare sublimante in una personalità così complessa e variegata, assolutamente allergica alla ripetitività e alla noia. Basta osservare l'anulare (dito di Apollo) per rendersene conto.

Due parole anche sull'anulare, dedicato al dio Mercurio: di dimensioni assai ridotte rispetto ai suoi fratelli, rivela che non hai il senso degli affari e nemmeno quello del risparmio. Hai, in sostanza, le mani bucate, anche se qualche volta ti sforzi di mettere da parte qualche soldino. Ma non sai resistere alle tentazioni e alla fine cedi.

Interessanti appaiono anche le linee palmari della tua mano sinistra, soprattutto per quanto concerne quella del Cuore il cui percorso inizia con tre rami ad indicare che avevi la possibilità di scegliere tre soluzioni diverse. Generalmente questo tridente parte dalla monte di Giove è è largamente positivo in quanto indica spiritualità senso di giustizia, ricchezza e felicità in amore.

Nel tuo caso specifico, la triade parte a metà strada tra il monte di Giove e quello di Saturno, così da rendere più complicata questa favorevole combinazione, senza tuttavia escluderne il felice esito. Tradotto in soldoni: adesso stai lentamente recuperando quella parte di te che per decenni è rimasta sopita e nascosta. A questo punto il tuo destino non dipende da altri ma solo da te stessa.

Un'altra caratteristica da segnalare riguarda la linea della Vita che percorre un tratto di strada con la linea della Testa, a riprova del tuo forte attaccamento alla famiglia e come sia stato per te difficile staccarti da quelle radici originarie. La linea vitale punta poi verso l'interno del palmo lasciando ampio spazio al monte di Venere e alle sue pulsioni che, risultando a tratti senza limiti, vengono tenute a bada da una razionalità altrettanto marcata se non addirittura puritana.

Ne fuoriescono spinte e controspinte tra istinto che preme e ragione che frena, dove può accadere di tutto all'interno in un equilibrio precario. Recuperare te stessa significa cominciare a gestire questa dinamica esistenziale senza remore e tabù.

Devi però capire che la tua linea della Vita finisce sul monte della Luna, dove compare una forte tendenza ad allontanarti dall'ambiente routinario in cui vivi.

Sei mossa da un'irrequietudine che accentua ogni giorno di più il tuo desiderio di viaggiare, conoscere il mondo, esplorare terre lontane e misurare il tuo effettivo valore. Di mediocre si muore.

Settembre, 2014