In ordine cronologico

Confessioni tardive

Fenomeni di moda

Scoppia il caso, e non solo in Italia ma in molti Paesi del mondo, delle sconcertanti dichiarazioni di signore e signorine, prevalentemente attrici piuttosto note, che rendono noto al grande pubblico solo dopo anni, e addirittura decenni, di avere subìto violenze sessuali di vario tipo quand'erano in giovane età, a volte anche giovanissima. E l'opinione pubblica litiga e si spacca. Tra chi, giustamente indignato, è solidale, e chi invece ritiene una colpa non aver denunciato il proprio violentatore perché andarci a letto e tacere è comunque servito a fare una brillante carriera.

Me ne vado da te

Veneto e Lombardia, referendum inutili

C'è chi pensa (in buona fede) che con il voto del 22 ottobre la Lombardia e il Veneto possano diventare delle Regioni a statuto speciale. Come Friuli e Sudtirol. Ma non è vero. Anche una vittoria, peraltro molto probabile, dei sì, non cambierà nulla. Ma proprio nulla. Per diventare Regioni a statuto speciale è necessaria una modifica della Costituzione. Che il Parlamento italiano non voterà mai. Il resto è solo inganno e propaganda. E uno spreco di 64 milioni di euro che magari potevano venire impiegati in qualcosa di più utile.

Ritorna in scena la grande alluvione

Nell'isola di Pellestrina

Ripartono gli spettacoli del dramma in musica "Acqua Granda" di Roberto Bianchin a un anno dal debutto al Teatro La Fenice di Venezia dove ha inaugurato la stagione lirica, e dopo la vittoria del prestigioso Premio Abbiati, l'Oscar della lirica. La nuova versione teatrale, in scena il primo novembre nell'isola di Pellestrina e prossimamente a Milano, vede in scena cinque voci narranti, tra cui lo stesso autore, foto e video dell'epoca e le straordinarie canzoni popolari del cantautore Giovanni Dell'Olivo affiancato dalla vocalist Serena Catullo.