In ordine cronologico

Ma un pisello non sarà mai un fagiolo

La lettura della mano di Pietro

La donna gatta con la valigia sempre pronta

La lettura della mano di Alessia

Benvenuto Brunello un debutto felice per l'ultima annata

La presentazione nella capitale toscana del vino

L'azienda vinicola Bottega ha fatto conoscere e degustare il suo superbo Brunello, una delle migliori annate degli ultimi vent'anni. Da nove anni l'azienda trevigiana opera a Montalcino con una propria cantina a gestione diretta dove, oltre al Brunello, distribuito in quarantuno Paesi del mondo, produce anche il Rosso di Montalcino Doc e il Sant'Antimo Rosso Doc.

La confusione dei linguaggi del Novecento romano

Una raffinata esposizione della Fondazione Magnani Rocca

Simbolismo, secessione, futurismo, nuovo classicismo, scuola romana, astrattismo, rappresentano il ventesimo secolo nella città eterna. Una sequenza di capolavori allestita nella sede della fondazione, nel parmense, permette di approfondire l'indagine sulla grande arte italiana del secolo scorso. Fra sontuose figure femminili, ritratti di personaggi celebri, vedute dell'urbe e delle campagne.

L'arte antica delle cataste di legno

Un itinerario prezioso e nascosto

A spasso per gli orti-giardino di Mezzano di Primiero, nel Trentino. Se ne contano ben quattrocento, uno ogni quattro abitanti. Un tripudio di ortaggi, fiori e aromi. Censiti e raccontati in totem segnaletici installati lungo il percorso. Un'esplosione di verdure, rustici fiori e odori coinvolge l'antico borgo. Che rivendica così la sua fiera identità rurale. Itinerari a tema, affreschi, incisioni e cataste di legno che si fanno arte, firmate da venticinque artisti italiani e stranieri.

White, la purezza del teatro equestre

A Verona durante tutta l'estate

Nello scenario incantato di una villa di campagna del Cinquecento arriva White, l'ultima onirica produzione di teatro equestre del celebre regista italiano Antonio Giarola. Venti artisti in scena tra cavallerizzi, acrobati, attori, ballerini, musicisti, e venti cavalli tutti bianchi guidati da Flavio, Cristina, Daniele Togni e dalla loro famiglia. Anche gli spettatori invitati a vestirsi di bianco per un viaggio magico nel candore di una dimensione poetica totale.

Al Bano e Romina è ancora felicità

In scena all'Arena di Verona

Un grande ritorno dopo ventuno anni di separazione sia sul piano artistico che nella vita privata. Albano Carrisi e Romina Power, cento e trentasei anni in due, conquistano il pubblico di un anfiteatro gremito e cinque milioni di spettatori nella diretta televisiva. Grazie anche a una serie di ospiti illustri e anche loro intramontabili, dai Ricchi e Poveri a Pippo Baudo. Al Bano, che si è cimentato anche con pezzi d'opera, ha ancora una voce limpida e potente.

Le foto di Rodcenko tra arte e rivoluzione

Una mostra dedicata alle avanguardie russe

Nelle splendide sale di Villa Manin di Passariano si possono ammirare cento lavori di Aleksandr Michajlovich Rodčenko, che fu fotografo geniale e rivoluzionario. Fu anche pittore, scultore, tipografo, scenografo, designer e architetto. Grazie a tagli obliqui e punti di vista inconsueti, riuscì a rendere straordinario il racconto della quotidianità, trasformando le sue foto in opere d'arte. Un percorso affascinante fra talento e libertà creativa.

1455: Alvise Da Mosto sfida l’Atlantico

Il viaggio del navigatore veneziano che arrivò in Senegal e scoprì le Isole di Capo Verde

Navigatori si nasce, specialmente nella Venezia della prima metà del quattrocento. Altrimenti lo si diventa. Poco più di vent’anni, una situazione economica familiare difficile, la volontà di provvedere al mantenimento della propria posizione sociale inducono i fratelli Da Mosto, Alvise e Giovanni, a imbarcarsi con un carico di sete diretti verso i mercati delle Fiandre alla guida di una nave della flotta del Barbarigo.

Nel labirinto magico di Franco Maria Ricci

Sorge nella tenuta di Fontanellato, nel parmense

Si avvera finalmente il sogno del raffinato editore di cose d'arte con l'apertura al pubblico del fantastico Labirinto della Masone, da lui stesso progettato con sessantamila piante di bambù di specie diverse. Un complesso di sette ettari con spazi culturali per cinquemila metri quadrati, e cinquecento capolavori della sua collezione privata, che vanno dal Cinquecento al Novecento. Una creazione dedicata a Borges.

Lo sterminio dei rinoceronti nelle savane del Sudafrica

In azione pericolose bande di bracconieri

Stanno uccidendo gli ultimi rinoceronti della terra per vendere i loro corni dalle miracolose proprietà terapeutiche. Ma non è vero niente, è solo superstizione. Però al mercato nero valgono ottanta mila dollari al chilo. Solo l'anno scorso sono stati uccisi 1.215 rinoceronti. Erano cinquecentomila all'inizio del secolo scorso. Ora ne sono rimasti solo ventinove mila. Un giornalista tedesco e un fotografo svedese sequestrati e minacciati di morte.

Quelle false crociate contro le nozze gay

Quello che risulta difficile da capire, per uno spirito laico, non è tanto l'eco dello scandalo per il sì dell'Irlanda alle nozze gay, quanto il motivo dell'accanimento con cui in tutto il mondo si battono contro le nozze gay quelli che non sono favorevoli ai matrimoni tra persone dello stesso sesso. Salvo poi magari divertirsi, ma di nascosto, con persone appunto dello stesso sesso, come accade spesso a chi veste la tonaca.

Il mistero dei segni del maestro di Sansepolcro

Una spettacolare mostra a Palazzo Magnani di Reggio Emilia

Cento opere di Piero Della Francesca, affiancato dai grandi protagonisti della teoria e della pratica del disegno prospettico e architettonico dei secoli quindicesimo e sedicesimo. Da Michelangelo a Dürer, dal Ghirlandaio a Leon Battista Alberti. È la prima e unica occasione per ammirare tutte insieme le opere grafiche del maestro, e anche per fare un viaggio straordinario nell'arte del Rinascimento, in una mostra che è anche una formidabile macchina didattica.

Nei canyon del Friuli come nel Far West

Un itinerario decisamente fuori dal comune

Nelle Dolomiti friulane alla scoperta di grotte e canyon spettacolari. Tra l'Orrido di Pradis e la Forra del Cellina, in mezzo a prodigi della natura creati in epoche antichissime e rimasti miracolosamente intatti ancora oggi. Una concentrazione di fenomeni naturali di alto impatto emotivo in luoghi ancora poco conosciuti e scarsamente frequentati. È la stagione giusta per un viaggio misterioso lontano dalla pazza folla.

Sulle strade d'Italia i fiorellini di De Gregori

Vivavoce, il tour del cantautore

Una lunga tournée teatrale su e giù per la penisola porta Francesco De Gregori e la sua band di dieci elementi a presentare il suo ultimo album che contiene ventotto tra i suoi più grandi successi, alcuni dei quali rivisitati con arrangiamenti inediti. Il cantautore appare in ottima forma, persino più cordiale del solito, la sua celebre voce più calda che mai. È anche stranamente generoso nel concedere i bis.

False moschee per finte Biennali

Quello che stupisce, nel pasticciaccio burlesque della finta moschea allestita nella vecchia chiesa di Santa Maria della Misericordia in campo dell'Abbazia, a Venezia, non è tanto che la vogliano chiudere. È che l'abbiano lasciata aprire. Perché non è un'opera d'arte. E perché non è nemmeno un luogo di culto. Anche se lo fosse, non c'entrerebbe nulla con una esposizione d'arte.

Per antichi palazzi che tornano a vivere

Le migliori iniziative collaterali della Biennale

L'esposizione d'arte è anche l'occasione per aprire al pubblico antichi palazzi veneziani pubblici e privati normalmente chiusi, disabitati e spesso anche abbandonati. In queste eleganti e un tempo vivacissime dimore che nascondono caminetti piastrellati e travi a vista decorate, pullula una miriade di eventi non sempre memorabili. Abbiamo scelto quelli più originali. E alcuni veramente imperdibili.

Stupori e meraviglie ai confini dell'arte

L'avventuroso viaggio nella Biennale di Venezia

È un'edizione ampia, ricca, variegata, stravagante e discussa, quella allestita per la cinquantaseiesima rassegna dell'ente culturale. L'esposizione si snoda come di consueto tra i padiglioni dei Paesi ai Giardini di Castello, e nei nuovi spazi dello storico Arsenale. In mostra, le molteplici espressioni dell'arte contemporanea, capaci di sorprendere e di emozionare come anche di lasciare perplessi. Non mancano gli omaggi a celebrati maestri, e le scoperte di nuovi talenti.

Quei caduti con disonore

Un monumento per una triste storia della prima guerra mondiale

Tra poco saranno cent'anni dall'entrata dell'Italia nella Grande Guerra: saremo verosimilmente travolti non dall'onda del Piave mormorante, ma da quella delle celebrazioni, patriottiche, pacifiste o altro che siano. Ma i conti con quel tragico passato, almeno qui in Italia, non sono del tutto chiusi. Pochi, tranne i carnici, sanno che esiste in Italia un monumento dedicato a dei caduti «con disonore» in quella immane carneficina, non per mano nemica, bensì fucilati come rivoltosi dai Reali Carabinieri.

Ma cambiare nome è solo un trucco

C'era una volta un arbitro di calcio che di cognome faceva Figuccia. Non è una favola, è una storia vera. Figuratevi cosa gli gridavano dagli spalti con quel cognome. Difatti chiese di cambiarlo. Permesso accordato. Cambiò nome in Fiduccia. Che non sarà stato bellissimo, ma che comunque era sempre meglio di prima. Questo per dire che qualche volta cambiare nome conviene. Adesso cambiare nome è di moda. Anche in politica.